Francesco Guarino  A VISO APERTO

Blog

Lo Sport contro il sistema delle mafie.

imageimage-1

Contro il sistema della mafie… lo sport, ma aggiungerei anche la politica, il giornalismo e l’imprenditoria, ogni cosa deve muoversi contro il sistema delle mafie.

Ieri sera straordinaria partecipazione di famiglie, all’evento organizzato da Antonio Arzillo, a Giugliano.
Arzillo ha invitato anche Carlo Pascarella, ottimo giornalista del casertano, noto ai più per aver subito una telefonata di minacce da Michele Zagaria e Antonio Iovine (https://www.youtube.com/watch?v=0GJUwYhyPE4).
Una piazza gremita ha seguito con interesse il dibattito sviluppatosi, in cui il sottoscritto, Carlo Pascarella e Antonio Arzillo, abbiamo sottolineato l’importanza e la possibilità di sconfiggere definitivamente il sistema delle mafie e della camorra.

Con Martusciello le attività produttive, non si fermano più!

10411312_10203953981520683_2252716512790287857_nSul BURC n° 48 del 14 Luglio 2014 è stato Pubblicato ancora un nuovo bando per le imprese Campane, che hanno voglia di investire.

Si tratta del bando per “le reti d’impresa” il bando prevede la disponibilità di un Fondo rotativo di 10 Milioni di Euro, per le imprese che si mettono insieme in rete e realizzano nuovi investimenti.
Dopo i bandi di Microcredito ( I e II edizione) il bando per le Start-Up e il Bando per l’Artigiananto, arriva quest’ultimo bando che premia in modo particolare le imprese in grado di realizzare una rete.
Sono circa 200 milioni di Euro che nell’ultimi 18 mesi sono stati messi nel circuito produttivo dall’Assessorato alle Attività Produttive della Campania.

Ovviamente il merito di tale attivismo e grande vivacità è da ascriversi unicamente al neo Europarlamentare Fulvio Martusciello.

Ciro Esposito se ne è andato. Nell’Italia che sogno io, ci sarebbe giustizia.

Morto-Ciro-Esposito-il-tifoso-napoletano-ferito-prima-della-partita-Napoli-Fiorentina

Ciro Esposito, un nome comune, come Mario Rossi. Quasi uno scherzo del destino, quasi a far capire che poteva capitare a chiunque di noi. Si, eravamo in 60.000 allo stadio Olimpico, il 3 Maggio scorso. E a chiunque poteva capitare di imbattersi in un delinquente armato di pistola.
Oggi Ciro Esposito si “guadagnerà” i titoli dei telegiornali, le prime pagine dei giornali, i comunicati stampa delle società e le condoglianze di qualche Onorevole…

Nei prossimi giorni il circo del calcio prenderà il sopravvento ed il mondiale farà dimenticare sempre più Ciro Esposito. Sporadicamente, qualche tifoseria se ne ricorderà dedicandogli qualche striscione, e molti teppisti utilizzeranno la memoria di Ciro per fare qualche altra vittima.

Questa è l’Italia. O meglio questa è stata l’Italia fino ad oggi.

L’Italia che sogno io è una Nazione, in cui lo Stato reagisce, combatte e batte questi delinquenti.
L’Italia che sogno io fa funzionare le proprie leggi e fa pagare le pene a chi non le osserva.
L’Italia che sogno io  oggi non si interroga di come vincere il prossimo Mondiale, ma come sconfiggere questi delinquenti.

Nell’Italia che sogno io e che sogna la nostra generazione non c’è più spazio per i furbi, per i tentennamenti e per i rinvii, l’Italia che sogniamo noi affronta, supera i problemi e sopratutto rende GIUSTIZIA!

ELEZIONI EUROPEE 2014

CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE DI FULVIO MARTUSCIELLO E BARBARA MATERA, QUI IN CASA NOSTRA…VILLARICCA!!!

Scriviamo Martusciello!

forza italia berlusconi

Forza Italia è cambiata, negli anni si è trasformata in Popolo della Libertà, per poi ritornare a chiamarsi Forza Italia.

Tante cose sono cambiate, ma alcune sono rimaste ferme, indelebili. Una delle costanti è Fulvio Martusciello.  E’ da tanti anni e per tanti di noi un punto di riferimento qui in Campania, oggi si propone di essere ancora Punto di riferimento, ma in Europa. Nella mia vita ho votato solo per me stesso, per Berlusconi e per Martusciello, credo che il 25 Maggio, non sia ancora arrivato il momento di cambiare.

Sulla scheda arancione scriverò MARTUSCIELLO.